Come progettare una cucina

21.04.2021

Per progettare una cucina bisogna innanzitutto partire dagli spazi, valutare la disposizione più funzionale ed ergonomica. Una cucina funzionale deve rispondere alle necessità di chi la usa, deve essere pratica, con spazi contenitori sufficienti e piani di lavoro comodi. Per essere ergonomica invece, deve essere disposta in modo da migliorare il lavoro. La disposizione dell'arredo della cucina influenza la facilità con cui la si utilizza. Alcune accortezze per esempio sono: ridurre gli ostacoli nelle zone di passaggio, lasciare le giuste distanze tra le basi, organizzare la distribuzione secondo i movimenti naturali che facciamo tra le diverse aree della cucina.

Un metodo pratico da considerare è quello del triangolo funzionale, dove su ogni punta del triangolo si trova un'area precisa della cucina. Le 3 aree principali sono:

  • la zona di conservazione del cibo, dispensa e frigorifero
  • la zona di cottura, quindi forno e piano cottura
  • la zona di lavaggio, lavastoviglie e lavello

Il tutto intervallato da piani di lavoro.


TRIANGOLO FUNZIONALE



I LAYOUT PIÙ UTILIZZATI PER LA PROGETTAZIONE DI UNA CUCINA

La progettazione di una cucina lineare, comoda, richiede una parete almeno di 3 metri, naturalmente questo non significa che se abbiamo una parete più corta non possiamo inserire una cucina, ma per avere una cucina ergonomica e funzionale, l'ideale sarebbero minimo 3 metri. La cucina lineare è la più utilizzata proprio perché non richiede molto spazio, infatti bastano 5 mq per realizzare un layout come questo.

ESEMPI CUCINA LINEARE


Quando lo spazio lo permette, si può inserire un'isola che abbia le stesse basi del modello della cucina lineare oppure si può inserire un bancone mix & match, così da essere funzionale e allo stesso tempo che renda il progetto più accattivante.

Si ricorre a questo layout quando si ha una stanza stretta e lunga, parliamo almeno di 10 mq. Dobbiamo tener conto sempre di 120 cm di spazio tra le due composizioni( 60 cm apertura anta + 60 cm persona).

ESEMPI CUCINA DOPPIA LINEA

La cucina angolare permette di muoversi bene e di distribuire le diverse zone funzionali in modo ergonomico. Nel caso in cui si abbia lo spazio necessario si può inserire un isola centrale per avere un ulteriore piano di lavoro, che non guasta mai. In più è scenografica e arreda molto, quindi se lo spazio lo permette perché non farla.

L'isola può essere un piano di lavoro e una zona snack, ma anche avere aree funzionali come il lavello o il piano cottura.


ESEMPI CUCINA AD ELLE CON ISOLA

Quando lo spazio è ridotto, la soluzione con penisola è un ottimo compromesso, in questo modo si ha un piano di lavoro insieme ad una pratica zona breakfast che veramente è molto versatile. Per la realizzazione di questo tipo di layout servono circa 12 mq.


ESEMPI CUCINA CON PENISOLA

È uno dei layout che sfrutta al meglio lo spazio e servono almeno 7/10 mq per realizzarlo.

Si può ricreare facilmente il triangolo funzionale, oppure nel caso di un open space si può utilizzare il lato aperto come piano di appoggio.


ESEMPI CUCINA AD U